Ipnositerapia e percorsi brevi

Per psicoterapie mirate si intende semplicemente, che il Centro interattivo di psicologia e di psicoterapia (C.I.P.) si fa carico di studiare per la persona che ci chiede aiuto, un percorso di cambiamento calibrato sulle esigenze della persona.

Pertanto invece che cucire addosso al richiedente una psicoterapia privilegiata rispetto ad altre, come fanno talvolta altri centri già orientati, cerca di entrare in contatto, in una fase preliminare, con i veri bisogni di chi ci sta di fronte ed offrirgli un indirizzo personalizzato che tenga conto dei bisogni e delle capacità del singolo paziente.

Tale obbiettivo è realizzabile oltre che con una attenta anamnesi (biografia del paziente) anche con l’uso di alcuni test clinici che offrono la possibilità di completare il quadro clinico del nostro paziente.

Alla fine di questa fase preliminare sarà possibile restituire al richiedente, con una diagnosi discorsiva o volendo scritta, una prima valutazione della sua personalità e dei suoi veri bisogni.

Psicoterapie brevi mirate e personali

Il dott.Berti ha messo a punto tre approcci diversi e personalizzati sulle terapie particolarmente brevi:

1) La prima è una terapia con un percorso molto breve , (psicoterapia breve con focus) se il focus o il centro del disturbo portato in terapia è facilmente individuabile, si parla di 20 o al max 30 sedute rispetto al percorso solito che prevede minimo qualche mese. L’alleanza terapeutica deve essere buona, il paziente puntuale e collaborativo, con una intelligenza sopra la media. Con questo tipo di approccio si può quantizzare il costo del progetto per cui l’ impegno economico e di tempo è facilmente sopportabile.

2) La seconda (Ipnositerapia) prevede un pacchetto di 8-10 ipnosi, con lo scopo di rinforzare l’Io e di mettere il paziente in grado di superare periodi difficili o una situazione dove si sente particolarmente esposto. Situazioni di lieve depressioni, conflitti o/e separazioni. Questa metodologia consente in tempi davvero brevi di ritrovare parte della serenità perduta ed un nuovo spirito vitale (elan vital). E’ previsto anche un percorso ipnotico specifico per attacchi di panico.

3) Il terzo approccio classico è una Terapia autogena, cioè con il Training Autogeno di base, in circa 10 incontri, più altri 10/15 incontri di logoterapia che consentono al soggetto di superare stati di ansia o disagio sociale , quando il disturbo non sia fobico. Purchè ci sia una buona disponibilità e puntualità nell’imparare gli esercizi ed anche la metodologia del T.A. e di come reagire agli stati di ansia in generale e agli attacchi di panico in particolare.

css.php